Evento sismico del 26 gennaio 2023, ML 4.1 in provincia di Forlì-Cesena

Un terremoto di magnitudo ML 4.1 è stato registrato dalle stazioni della Rete Sismica Nazionale alle ore 11:45 italiane di oggi, 26 gennaio 2023.

Advertisement
Contatta ora un nostro Esperto Geologo!

Vuoi confrontarti con un nostro esperto Geologo?
Contattaci per una prima consulenza gratuita senza impegno.

Ti risponderemo entro 15 minuti!

    L’epicentro è stato localizzato nella provincia di Forlì – Cesena, 3 km a sud ovest di Cesenatico, con ipocentro a una profondità di  circa 19 km.

    Nella tabella sottostante vengono riportati i comuni con distanza entro10 km dall’epicentro.

    Dalla mappa della sismicità strumentale dal 2021 ad oggi,  si notano nell’area diversi eventi; nell’ultimo mese sono stati registrati 27 terremoti8 nelle ultime 24 ore  con magnitudo compresa  tra 1.2 e 3.5.  Questa mattina due eventi di magnitudo superiore a 3.0, alle 05:44 ML 3.2 e  alle 07:00 ML 3.5.

    Guardando la sismicità recente dal 1985 ad oggi notiamo, tra gli altri, nelle vicinanze dell’epicentro di questa mattina un evento di magnitudo comparabile (Mw 4.0) avvenuto il 13 ottobre 2010.  Gran parte della sismicità risulta localizzata nel settore appenninico, ad ovest dell’epicentro di questa mattina.

    Il terremoto è avvenuto in un’area che storicamente ha risentito soprattutto gli effetti di terremoti avvenuti in aree limitrofe. 

    Ad esempio il terremoto del 11 agosto 1483 di magnitudo stimata Mw 5.7 in Romagna (https://emidius.mi.ingv.it/ASMI/event/14830811_1940_000).

    Altri eventi significativi presenti nel Catalogo Parametrico dei Terremoti Italiani (CPTI15) sono quelli del 1875 e i terremoti riminesi del 1916.

    La pericolosità sismica di questa area è considerata alta. Dalla mappa si nota come la pericolosità aumenti verso l’area appenninica ad ovest.

    La mappa di scuotimento (SHAKE MAP) calcolata dai dati delle reti sismiche e accelerometriche INGV e DPC mostra dei livelli di scuotimento fino al IV-V grado MCS, in particolare nelle aree comprese tra le province di Forlì-Cesena e Rimini.

    Il terremoto è stato risentito ampiamente in Romagna soprattutto nelle aree costiere tra Cesena, Forlì e Rimini. Risentimenti sono stati rilevati anche lungo la costa settentrionale delle Marche, in provincia di Pesaro.