Le strutture di fondazione

Le fondazioni sono elementi strutturali che trasferiscono i carichi delle strutture verticali (pilastri, pareti) al terreno di fondazione con lo scopo di operare una diffusione delle sollecitazioni compatibile con le caratteristiche di resistenza del suolo in riferimento:

  1. alla portanza;
  2. alla deformazione istantanea e differita

La scelta del tipo di fondazione viene effettuata sulla base di:

  • entità e distribuzione dei carichi;
  • natura del terreno rilevata mediante:

indagini preliminari (acquisizione di carte geologiche e osservazione del comportamento di costruzioni già esistenti), indagini di laboratorio (analisi su campioni di materiali raccolti

sul sito tramite carotaggi), indagini in sito (prove di carico, altro).

La distribuzione dei carichi dalle coperture alle fondazioni

Le fondazioni si dividono in:

Dirette quando operano direttamente su strati superficiali

Indirette quando giungono a strati profondi in quanto quelli superficiali non forniscono sufficienti garanzie di portanza

Dirette

1 Discontinue

  • Plinti isolati

2 Continue

  • Travi
  • Platee

Indirette

3 Pali

  • Infissi
  • Gettati in opera

Fasi della costruzione

La realizzazione delle fondazioni è preceduta dai seguenti lavori:

  1. Sbancamento: Asportazione del terreno all’interno dell’area individuata dalle operazioni di tracciamento, fino a raggiungere la quota dalla quale avranno inizio le opere di elevazione del fabbricato;
  2. scavi per fondazioni. Scavi a sezione obbligata effettuate a partire dal piano di sbancamento per accogliere gli elementi di fondazione previsti;
  3. Opere di fondazione. Opere relative alla fondazione quali i muri di sostegno e la sottofondazione

I materiali con i quali si possono costruire i muri di sostegno sono: muratura di mattoni, muratura di calcestruzzo non armato, cemento armato, gabbioni

Muri a contrafforti, in cui i contrafforti lavorano in un piano verticale, prendendo su di sé la spinta delle terre, e il pannello murario lavora per inflessione in piani orizzontali, con la funzione principale di contenimento del terreno;

Muri a mensola, ovvero elementi murari snelli, con fondazioni particolarmente ampie (in modo da realizzare l’incastro al piede) in cui la parete svolge entrambe le funzioni, di sostegno e di contenimento.

MAGRONE

Il magrone è un calcestruzzo povero con minori capacità meccaniche utilizzato come riempimento e per i getti di sottofondazione.

Fasi di realizzazione fondazioni

Posizionamento casseri e armature

Advertisement
Contatta ora un nostro Esperto Geologo!

Vuoi confrontarti con un nostro esperto Geologo?
Contattaci per una prima consulenza gratuita senza impegno.

Ti risponderemo entro 15 minuti!